Libreria

“Fondare biblioteche è come costruire ancora granai pubblici, ammassare riserve contro l’inverno dello spirito che, da molti indizi, mio malgrado, vedo venire” diceva Marguerite Yourcenar, e nel quartiere Murri di Bologna non esistono granai chepossano essere punti d’incontro tra la cittadinanza locale e la nuova cittadinanza straniera, spazi per donne e per bambini con corsi gratuiti per tutti. Per questo abbiamo deciso di piantare i semi di questo progetto proprio nella periferia, dove una fetta importante di popolazione viene esclusa dai servizi culturali e sociali del centro storico.

Tra i temi che Grassroots Insieme ha più a cuore e su cui ha intenzione di lavorare vi è sia la diffusione del patrimonio librario e culturale, sia un’attenzione particolare a quelle soggettività che corrono il rischio di emarginazione sociale. Le donne migranti sono tra i gruppi sociali che affrontano più difficoltà nell’inserirsi nel tessuto sociale e lavorativo, in alcuni casi infatti il contesto di provenienza non ha fornito loro strumenti linguistici o di istruzione adeguati all’inserimento nel nostro territorio. L’importanza e l’attenzione alle donne è un elemento fondamentale per il benessere di una società: qualsiasi forma di privazione nei loro confronti si ripercuote oltre la vita di quelle singole persone e, inevitabilmente, hanno effetti sulla comunità in generale. Di conseguenza è importante trovare modi per garantire alle donne un accesso alle informazioni e proteggere i loro diritti culturali.

In una società che troppo spesso ascolta principalmente gli uomini l’esperienza nell’archiviazione di testi, racconti e libri, le scelte fatte e l’innovazione delle stesse rendono le biblioteche partner importanti.1

Grassbooks vuole farsi in questo senso presidio culturale, aperto e multiculturale. Le librerie e le biblioteche nelle periferie vengono viste come punti di riferimento, per le modalità in cui le persone sono accolte, per le informazioni, per la possibilità di trovare libri in ogni lingua, per il sentimento di casa che donano a chi le frequenta.

 

 

 

Non tutte le donne sono mogli, non tutte sono madri, tutte sono figlie… Le donne di Salem sono figlie all’interno di una famiglia quanto lo sono all’interno di una comunità.” Valerio Stivè comincia dal titolo la sua attenta analisi de #LefigliediSalem di Thomas Gilbert, su Fumettologica

L’ignoranza che ‘inventò’ le streghe di Salem

LIBRERIA di mille volumi, minuziosamente scelti per adulti, per le  piccole e per i  piccoli. Arte, sociologia, fumetti, antropologia, storia, gialli, cucina e soprattutto un intera area dedicata alle bimbe e ai bimbi. Libri, giochi , un area dove i bimbi e le bimbe possono conoscersi e giocare, dove i genitori possono leggere ai propri figli e alle proprie figlie le nostre favole. Libri in vendita e in consultazione, mensili e settimanali da leggere e diffondere. La libreria Grassroots ha uno spazio di aggregazione, di critica e di pensiero; uno spazio libero che puoi utilizzare per leggere, lavorare o anche solo per rilassarti, il wi-fi a disposizione di tutti e tutte.